Lavoro in vigna

Un percorso lungo 4 stagioni

La vendemmia viene fatta generalmente a mano, utilizzando cassette di piccole dimensioni, oppure con l’ausilio di una macchina vendemmiatrice di ultima generazione che ci permette di salvaguardare al massimo l’integrità dell’uva. Quest’ultima consente di lavorare nelle ore notturne per portare in cantina le uve già a bassa temperatura ed utilizzare al massimo il ciclo del freddo, indispensabile per una estrazione aromatica ottimale. L’utilizzo della macchina ci permette inoltre di ridurre molto i tempi di raccolta e di poter intervenire quindi nel momento di massima espressione qualitativa data dalla combinazione della maturazione polifenolica e tecnologica. Durante la raccolta si ha la selezione delle uve in campo, scartando gli acini o i grappoli non perfetti.
In particolari annate o per particolari vitigni che lo richiedono vengono fatti più passaggi in modo da cogliere le uve sempre al giusto punto di maturazione.
Durante il periodo invernale viene eseguita da personale specializzato la potatura. In azienda sono presenti due diverse forme di allevamento, scelte in funzione del vitigno e della posizione dell’appezzamento. Sul Cordone speronato, a differenza del Guyot, viene fatto un primo passaggio con la prepotatrice e successivamente la potatura di rifinitura vera e propria; nel Guyot invece tutte le operazioni sono manuali, compresa la legatura dei capi produttivi che vengono rinnovati tutti gli anni. Con l’inizio della primavera, prima del germoglia mento, cominciano i lavori nel vigneto: si interviene con il diserbo selettivo per limitare lo sviluppo delle erbe infestanti; si procede alla concimazione del terreno effettuata a seguito di un attento calcolo di reintegro degli elementi nutritivi asportati dalle piante durante la campagna precedente. Tutto questo sempre con la massima attenzione all’aspetto ambientale e al rispetto dell’ecosistema vigneto.
Quando le giornate si allungano e la vegetazione si sviluppa a vista d’occhio, hanno inizio le lavorazioni meccaniche del terreno, la difesa della vite e la gestione vera e propria della vegetazione.
Importanti sono le tecniche di potatura verde, passaggio obbligato per una gestione di qualità, durante il quale si scelgono i tralci che porteranno l’uva e che permetteranno di rinnovare la struttura produttiva per l’anno successivo. Inoltre in funzione dell’andamento stagionale e degli obiettivi enologici vengono applicate importanti pratiche come la sfemminellatura e il diradamento del grappolo.

Play video

Scopri la vendemmia
Guarda il video

Ultima news

Novità Buonamico in primo piano

Tenuta del Buonamico meet Suzuki Ecstar

Tenuta del Buonamico meet Suzuki Ecstar

Leggi tutto
Tenuta del Buonamico Srl - Sede Legale via Provinciale di Montecarlo, 43 55015 Montecarlo - Cod Fisc. E P. Iva 05585560963 Reg. Imprese di Milano N. 1834298 Cap. Soc. 1.000.000,00 € Int. Vers.