18
Ott

Tutti gli abbinamenti del vino rosè

In questo articolo troverete tutti gli abbinamenti del vino rosé, per aperitivi, verdure e piatti di pesce.

Il vino rosé è stato per molti anni messo da parte dagli enologi che lo hanno considerato un vino con poca personalità.

Durante gli anni ‘80, c’è stato il boom dei vini rosé: ricordiamo per tutti l’esempio del vino portoghese Mateus che ha catturato un pubblico molto trasversale. Veniva abbinato a qualsiasi tipo di piatto, dalla pizza, alle Penne al salmone o ai Tortellini panna e prosciutto fino ai dessert.

Dopo gli anni ’80 c’è stato l’oblio dei rosé, negli anni in cui si è visto crescere la qualità dei vini bianchi e rossi.

Negli ultimi anni, effetto di una coltivazione e vinificazione sempre più consapevole, il vino rosato è stato molto rivalutato.

Enologi e viticoltori hanno iniziato a ricercare una maggiore qualità anche per il Rosé. Questa tendenza è stata dimostrata anche da un’indagine della Coldiretti che ne ha registrato un aumento dei consumi.

I consumatori si sono finalmente accorti di quanto un vino rosé possa essere gustoso e fresco. E’ stata premiata soprattutto la versatilità, il suo poter essere abbinato a diverse tipologie di piatti, dai più semplici ai più elaborati.

All’inizio il vino rosato era stato etichettato come un vino da aperitivi, ma poi col tempo si è visto che poteva essere perfetto per ogni portata.

Il vino rosato oggi viene universalmente considerato come un vino che ha preso le caratteristiche migliori dei vini rossi e di quelli bianchi. Rispetto ad un vino rosso, ha un minore contenuto di tannini, è meno astringente e strutturato. Rispetto ad un bianco risulta essere più morbido, vellutato e meno acido, e, in più, ha un profumo delicato di frutta fresca come frutti di bosco, fragole e ciliegie.

Le sue caratteristiche lo avvicinano maggiormente ai vini bianchi sia per la gradazione alcolica, compresa tra i 12 e i 13,5 °C, sia per la temperatura di servizio, che deve essere tra i 10 e i 12 °C.

Il vino rosé si divide in fermo, frizzante o spumante e può essere prodotto con due metodi:

  1. macerazione breve o salasso, nella quale si utilizzano uve a bacca rossa e si macerano bucce e vinacce per un tempo breve, 5/36 ore, per donare al vino il colore rosato;
  2. uvaggio uve rosse e bianche: questo metodo è usato solitamente per produrre spumanti, dove, alla maggior parte di uve bianche, vengono aggiunte quelle rosse per conferire al vino struttura e colore rosato.

Esiste poi un’ulteriore divisione dei vini rosati a seconda della tonalità di rosa che può essere:

  • rosa tenue, simile alla pesca, che si ottiene con la macerazione delle bucce di uve bianche oppure con quella molto breve, 2 o 3 ore, di uve rosse;
  • rosa cerasuolo, simile alla “cerasa”, alla  ciliegia, dove la macerazione delle uve rosse è tra le 6 e le 10 ore.
  • rosa chiaretto, quasi un rosso rubino, che si ottiene vinificando in rosso le uve con poca pigmentazione e pochi tannini oppure macerando le uve dalle 10 alle 24 ore.

Sono proprio tutte queste differenziazioni e caratteristiche che rendono un vino rosé così versatile nei suoi abbinamenti sulle nostre tavole: è un vino che può accompagnare, senza mai sfigurare, antipasti, primi e secondi piatti di carne o di pesce, insalate e verdure, e addirittura frutta e dessert.

E’ il vino perfetto anche per le cene estive fatte di piatti freddi e di grigliate vegetariane, ed ultimamente si è scoperto che porta benefici al nostro sistema cardiovascolare e cerebrale ed ha effetti antiossidanti.

Aperitivi

Il vino rosé è stato considerato per molti anni come il vino degli aperitivi, grazie soprattutto al fenomeno del ”apericena” che dagli anni ‘90 spopola in Italia, ed ha contribuito in maniera determinante all’affermazione dei rosati.

Per i pochissimi ancora all’oscuro, questo ”apericena” non è altro che un grande buffet dove è possibile trovare diverse tipologie di stuzzichini e assaggi, fino ad arrivare a macedonie di frutta e dessert.

Questo cibo viene accompagnato da vini e spumanti di ogni tipologia e gradazione.

Tutti gli antipasti di terra, come i taglieri di salumi, sia grassi che magri, e di formaggi, meglio se freschi e poco stagionati, o gli antipasti di mare, crudi o cotti, esaltano i profumi e il loro gusto se abbinati a dei rosati freschi e piacevoli.

Nell’offerta dei vini della nostra Tenuta abbiamo un vino spumante rosé, lo Spumante Particolare Brut Rosé, ideale per gli aperitivi.

E’ il prodotto della vinificazione in bianco di uve rosse di Syrah e Sangiovese, e viene spumantizzato in autoclave a temperatura controllata secondo il metodo Charmat.

Subisce una fermentazione di 120 giorni, una filtrazione quasi immediata per preservare la freschezza e un affinamento prima in autoclave, per alcune settimane, e poi in bottiglia per altri 60 giorni.

Viene venduto in Champenoise verde scura da 0,750 ml in cartoni da 6 bottiglie, in Champenoise verde scura da 1,5 l in astuccio da 1 bottiglia e in Jeroboam da 3 lt e Magnum da 6 lt. E’ un vino spumante fresco al palato e molto elegante, in cui l’acidità viene bilanciata dal tenore zuccherino.

Ha una temperatura di servizio tra gli 8 e i 10 °C e una gradazione alcolica di 12 °C. Il profumo è fresco, fragrante e fruttato, nel quale l’aroma iniziale di rosa canina lascia il posto al sentore di fragola, lampone e amarena.

Oltre ad essere l’ideale come aperitivo, si abbina perfettamente a sformati di verdure, pesci arrosto con le verdure e pesci grassi. Può essere abbinato anche a ricette più inusuali come avviene nella Trattoria Gianni a Chicago che lo consiglia sul suo “Branzino alla Griglia”, oppure  nell’Enoteca Bollicine d’Autore a Lucca che  lo propone con le sue “Freselle Burrata e Alici”.

Verdure

Alcune caratteristiche dei vini rosati, come il moderato tasso alcolico, la morbidezza e la contenuta acidità, li rendono perfetti in abbinamento alle ricette vegetariane. Il gusto e i profumi dei primi piatti, come la Pasta coi broccoli o alla Norma, le verdure grigliate, le parmigiane, gli sformati, le zuppe anche di legumi, di funghi e di pomodori, vengono nobilitati dalla freschezza di un vino rosato.

Ci sono poi alcune verdure che, a causa del loro sapore aromatico o amaro, sono difficilmente abbinabili ad un vino rosso o ad un bianco: stiamo parlando di cavoli, carciofi e asparagi, che solo un rosato potrà addolcire.

Tra i tanti rosé presenti sul mercato, che possono gradevolmente accompagnare, per esempio, una buona zuppa di legumi, vogliamo segnalarvi quello della Tenuta del Buonamico, che nel suo bouquet di vini offre il Dea Rosa IGT Toscana 2020.

E’ un vino che nasce come vinificazione in bianco delle uve rosse di Sangiovese, Canaiolo e Syrah, e per questo motivo coniuga il gusto fruttato di un vino rosso con la freschezza di un bianco.

Subisce in acciaio inox sia la fermentazione a temperatura controllata sia l’affinamento, ha una temperatura di servizio tra i 10 e i 12 °C ed una gradazione alcolica di 12 °C. Viene venduto nei formati Borgognotta Elegance bianca da 0,750 lt in cartoni da 6 bottiglie e Borgognotta bianca da 0,375 lt in cartoni da 12 bottiglie. Ha un profumo molto intenso di ciliegia e marasca. Quest’ultima è molto riconoscibile e ben equilibrata anche al palato, dove il gusto si presenta fresco, ampio, piacevole e vivace.

Oltre alle zuppe di fagioli e lenticchie, questo vino può essere gustato anche come aperitivo, e può essere abbinato in modo perfetto alle zuppe di pesce e agli antipasti di salumi e di terra.

Il Dea Rosa IGT Toscana 2020 viene consigliato anche per accompagnare ricette più ricercate, come succede nel Ristorante Gli Orti di via Elisa a Lucca che lo consiglia con “La Garmugia lucchese”, o nel Ristorante Albarosa a Forte dei Marmi con il  “Risotto al nero, carpaccio di gambero crudo nostrale e bottarga” o infine nel Ristorante Pino a Viareggio con ”L’Aragosta alla Campidanese”.

Pesce

Si è sempre pensato che il vino perfetto per un piatto di pesce fosse quello bianco, ma, visto che un vino rosé ne possiede caratteristiche in comune, negli ultimi anni gli chef e i ristoratori hanno iniziato a proporlo insieme alle loro ricette. Quindi sempre più spesso abbiamo visto antipasti, come Insalate di mare, cruditè, ostriche, aragoste e astici, primi piatti come Spaghetti con le vongole, Bigoli con le sarde, Risotti ai frutti di mare, secondi come pesce alla griglia o al cartoccio, Cacciucco alla livornese, Carpacci con tonno o salmone ma anche Sushi e piatti speziati come la Paella Valenciana, essere accompagnati da un buon Rosé.

La nostra Tenuta propone un vino spumante che si abbina perfettamente con il pesce, lo Spumante Inedito Particolare Brut Rosé Nature. Prodotto dalle uve Sangiovese e Syrah di annate diverse, viene parzialmente affinato, per 8 mesi, in botti di rovere.

Spumantizzato secondo il Metodo Charmat in autoclave orizzontale ad una temperatura costantemente controllata, viene fermentato per sei mesi, filtrato quasi immediatamente ed affinato prima in autoclave per alcune settimane, per poi proseguire l’affinamento in bottiglia per altri 90 giorni.

Ha una gradazione alcolica di 13 °C, una temperatura ottimale di servizio tra gli 8 e i 10 °C e viene venduto in Champenoise verde scura da 0,750 ml in cartoni da 6 bottiglie e in Champenoise verde scura da 1,5 l in astuccio da 1 bottiglia.

Dal colore rosa cerasuolo perché simile a quello della polpa delle ciliegie, questo spumante ha profumi di frutti a pasta rosa, come fragolina di bosco, pesca e mela, e un gusto strutturato e complesso nel quale acidità e contenuto zuccherino si bilanciano a perfezione. Inoltre presenta delle note amarognole dovute alla sua permanenza nelle botti di legno.

E’ un vino spumante che, oltre ad un intero pranzo di pesce, può accompagnare anche carni bianche e piatti più elaborati, come avviene nella Trattoria Da Burde a Firenze che lo consiglia sugli “Stracci al Sugo di San Lorenzo”, oppure nel Ristorante Filippo a Pietrasanta che lo propone sui “Paccheri alla Trabaccolara”.

 
 

Buonamico Shop

Il gusto della Toscana a casa tua

}
Buonamico Soc. Agricola Srl - Sede Legale via Provinciale di Montecarlo, 43 55015 Montecarlo - Cod Fisc. E P. Iva 05585560963 - Registro delle imprese di Lucca 05585560963 Cap. Soc. 6.000.000,00 € Int. Vers.